Process Automation Technologies
  • 2012 - 2017

    5° Anniversario

  • 2012 - 2017

    5° Anniversario

Sensori Standard e PAT

Gamma di sensori sia di tipo digitale che a densità ottica, per la misura del pH, del dO2 e della conduttività

 

 

 

Entrambe le tipologie sono direttamente integrate nei sistemi di controllo e nel software LEONARDO, dando all’utente il beneficio di disporre di un’unica piattaforma di controllo.

 

EASYFERM BIO, sensore utilizzato per la misurazione del pH, è caratterizzato da un elettrolita pressurizzato in modo tale da impedire la diffusione del campione all’interno dello stesso. VISIFERM DO, il primo sensore di O2 con integrata optoelettronica.

Il VISFERM richiede un grado di manutenzione inferiore rispetto ad un classico sensore di ossigeno non avendo una membrana sensibile o un elettrolita corrosivo.

Sensore ORP, tramite un elettrolita pressurizzato, garantisce un misurazione stabile anche dopo sterilizzazione, autoclavaggio e CIP.

Per quanto riguarda la conduttività, tutti i sensori sono approvati FDA, sono facilmente lavabili e non subiscono danneggiamenti durante le fasi di CIP e autoclavaggio. Tali sensori hanno un’ottima linearità in un ampio range di valori.

 

 

Il sensore DENCYTEE, rientra esattamente nei principi del PAT (Process Analytical Technology) suggeriti dalla FDA, in grado di effettuare misurazione della crescita batterica online e nella precoce identificazione di eventuali deviazioni nel processo.

Le misurazioni vengono effettuate alla lunghezza d’onda vicino all’infrarosso (NIR). Tutte le particelle che deviano la radiazione luminosa alla lunghezza d’onda di 880 nm vengono identificate, incluse cellule viventi e morte così come detriti cellulari. Tale sensore emette un raggio luminoso attraverso una finestra di 5mm in direzione di un rilevatore.

Le cellule in sospensione deviano tale raggio e di conseguenza meno luce viene rilevata. Per compensare tale riduzione, il sensore aumenta la luce emessa al fine di mantenere costante la lettura da parte del rilevatore. Dalla lettura dell’aumento della quantità di luce che viene emessa, il DENCYTEE è in grado di identificare una soluzione con un’alta densità cellulare.

Il sensore INCYTE permette la misurazione delle cellule vive in coltura. La misurazione non è influenzata da cambiamenti nel brodo di coltura, dalla presenza di cellule morte o di detriti ed è stato progettato per colture cellulari di mammifero, fermentazione di lieviti o batteri (anche ad alta concentrazione).

La misurazione in tempo reale della vitalità cellulare, rende possibile la tempestiva identificazione di eventuali cambiamenti all’interno del processo, consentendo un rapido intervento senza la necessità di alcun campionamento.

Il sensore INCYTE si basa sul principio della capacitanza. In un campo elettrico alternato, le cellule viventi si comportano come dei piccoli condensatori. La carica di questi ultimi è misurata dal sensore e riportata come permittività (capacitanza per area).


Richiesta di contatto


Accetto la privacy

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi degli artt. 13 e 23 del D.lgs. 196/2003 e successive modifiche – Codice in materia di protezione dei dati personali – e del Regolamento UE 679/2016

Copyright © 2018 - PAT Way S.r.l. - P.I: 11780231004 - info@patway.it - Privacy Policy